Apple Card: Cos’è, Come Funziona, Quando Uscirà in Italia?

Gli utenti di Apple sono in grande attesa per l’uscita di Apple Card in Italia, la carta di credito realizzata in collaborazione con Goldman Sachs Bank e già utilizzata negli Stati Uniti, che si appoggia al circuito MasterCard. Scopriamo insieme di cosa si tratta e quali sono le sue caratteristiche.

Come Funziona e Cashback

Apple Card è connessa ad iPhone tramite l’applicazione Apple Pay ed è stata studiata per semplificare ancora di più i pagamenti, rispettando la privacy e la sicurezza dell’utilizzatore, che ha la possibilità di effettuare tutti i suoi acquisti utilizzando la carta, virtuale o fisica, o anche il cellulare e l’iWatch. Apple ha creato una carta davvero rivoluzionaria, senza commissioni e senza tasse, che offre un rimborso giornaliero fino al 3%. Una caratteristica interessante di Apple Card è la sua realizzazione in titanio anziché in plastica, come tutte le altre carte di credito; il titanio è un materiale rispettoso dell’ambiente e molto resistente, oltre ad essere molto piacevole alla vista e al tocco. Il nome del titolare della carta sarà inciso con il laser sulla carta stessa, senza numeri, codici o firme da apporre, che verranno conservati nell’App. Naturalmente la carta sarà utilizzabile soltanto in connessione con il tuo iPhone, non essendo contactless.

Apple Card
Apple Card

Caratteristiche e Funzionalità

I pagamenti con Apple Card saranno possibili autenticandosi con FaceID o TouchID, i tecnologici sistemi di accesso di Apple, che proteggono efficacemente i tuoi dati. Apple Card ti consente, inoltre, il monitoraggio di tutte le spese effettuate, con l’estratto conto mensile che potrai vedere solo tu: Apple non potrà visualizzare i dettagli delle tue spese e non potrà nemmeno passare i tuoi dati a società esterne. Potrai analizzare l’andamento delle uscite, per gestire i tuoi risparmi nel modo migliore, e visualizzare le mappe dei luoghi effettivi in cui hai fatto acquisti. Dal Wallet sul tuo iPhone avrai anche la possibilità di scegliere le opzioni di pagamento, e decidere se pagare a saldo oppure a rate, con interessi realmente bassi, che potrai visualizzare tramite un apposito grafico. Il tuo plafond varierà in base alla regolarità dei tuoi pagamenti, aumentando automaticamente in modo dinamico. E nel caso tu smarrisca il tuo cellulare, o ti venga rubato, hai a disposizione un numero di telefono dedicato, per risolvere ogni problema.

Costi e Vantaggi

Apple Card non presenta alcun costo di attivazione o commissione ed è completamente gratuita: nessun canone e costo extra è previsto per l’utente, nemmeno per eventuali ritardi di pagamento. Al contrario, per ogni acquisto pagato con Apple Card, avrai la possibilità di guadagnare tramite cashback. Un rimborso che potrai utilizzare a tuo piacere, decidendo se usufruirne come credito o per reintegrare il saldo dovuto. Potrai ricevere, infatti, fino al 3% di cashback su tutti i tuoi acquisti di prodotti o servizi Apple, e fino al 2% sugli altri acquisti.

Richiedere Apple Card sarà molto semplice: ti basterà richiederla tramite il Wallet, cliccando sull’apposito tasto del tuo iPhone. Una volta inseriti i tuoi dati personali, la Card virtuale verrà aggiunta, e potrai cominciare ad utilizzarla da subito. Nel frattempo, potrai richiedere senza alcuna spesa la carta fisica in titanio, che ti verrà spedita direttamente a casa.

Considerazioni Finali

Apple Card, esaminate tutte le sue caratteristiche, si rivela un’ottima scelta per tutti gli utenti di Apple che desiderano uno strumento di pagamento tecnologico e facilmente utilizzabile: negli Stati Uniti Apple Card, connessa con iPhone, è considerata ormai una delle più apprezzate App per gestire le proprie finanze. Non è ancora sicura la data di uscita di Apple Card in Italia e nel resto d’Europa, ma una cosa è certa: la società di Cupertino si sta già organizzando per gestirne la diffusione oltreoceano, con contatti con le principali Banche europee, come era già avvenuto con Apple Pay. Alcuni rumors parlano di un possibile arrivo della Card entro il 2021, tanto che per la versione Beta si trovano già alcuni riferimenti al GDPR. Non resta che attendere fiduciosi e sperare in una prossima uscita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here