Carta Acquisti INPS: Come Funziona, Requisiti ISEE e Richiesta, Verifica del Saldo

La Carta Acquisti INPS è una carta di pagamento elettronica sulla quale vengono caricati ogni due mesi 80€ dallo Stato per aiutare i cittadini in situazioni di difficoltà economiche. In questa guida parleremo degli utilizzi, dei requisiti per fare richiesta e tutte le informazioni utili.

Come funziona

La Carta Acquisti INPS viene erogata dallo Stato, previa richiesta, ai cittadini in disagio economico. Sulla carta ogni due mesi vengono erogati 80€ dallo stato in modo da offrire un supporto ai cittadini per le spese ordinarie, tra cui gli alimenti, alcuni prodotti in farmacia oppure il pagamento delle bollette di luce e gas. Puoi usare la carta in tutti gli esercizi convenzionati che espongono i bollino ‘Carta Acquisti’; lo puoi riconoscere dal perché raffigura un carrello bianco su uno sfondo blu (anche se molti negozi possono esporre un semplice avviso stampato). In caso di dubbio puoi trovare la lista delle attività convenzionate nella tua città su Internet. Il pagamento con la Carta Acquisti è cumulabile con altre offerte dell’attività commerciale, mentre nelle farmacie da il diritto alla misurazione di peso e pressione gratuitamente. Tuttavia ricorda che in farmacia non è possibile acquistare medicinali e non si possono pagare i ticket sanitari.

Requisiti ISEE e Richiesta

La carta Acquisti INPS è riservata solo ad alcuni cittadini che presentano determinati requisti di età, reddito, ISEE e proprietà varie. Nello specifico, la Carta Acquisti non è erogabile per cittadini che non abbiano compiuto i 65 anni di età. L’unica eccezione è fatta per le famiglie disagiate, dove la Carta Acquisti è concedibili a minori di tre anni e sarà ovviamente utilizzata da chi esercita la potestà sul minore.

La soglia minima di ISEE da rispettare è di 6938,78€ dell’anno 2019 per i minori di tre anni. Per i cittadini in età compresi fra i 65 e i 70 anni la soglia massima ISEE consentita è la stessa e allo stesso modo non devono avere un reddito superiore a 6938,78€ per l’anno 2019. I cittadini con età superiore a 70 anni invece hanno una soglia di tolleranza maggiore, infatti la soglia di ISEE e reddito massima è di 9251,71€.

Carta Acquisti
Carta Acquisti

Il terzo requisito da rispettare per avere la Carta Acquisti riguarda le proprietà di immobili. Nello specifico il richiedente o la famiglia non deve possedere più di due veicoli; le utenze del gas possono essere 2, tra domestica e non domestica. Inoltre non può essere proprietario di un immobile abitativo per una quota superiore a 25%, o del 10% per immobili ad uso non abitativo o di categoria C7. In ogni caso il patrimonio immobiliare complessivo consentito è di 15.000€.

Possono fare richiesta della carta tutti coloro che rientrano nei requisti, direttamente o indirettamente tramite un delegato. La richiesta va fatta tramite un modulo un apposito modulo che può essere richiesto o nella sede territoriale dell’INPS, in un qualsiasi ufficio di Poste Italiane o anche scaricandolo online dal sito dell’INPS o del MEF.

Una volta compilato il modulo questo deve essere consegnato fisicamente in un ufficio postale con tutta la documentazione richiesta. Una volta accertati i dati, la Carta Acquisti verrà inviata insieme al PIN al domicilio dell’intestatario oppure nell’ufficio postale

Verifica del Saldo

Visto che la Carta Acquisti è una Carta di Pagamento elettronica il saldo può essere verificato in tutte le modalità convenzionali come le carte simili. Innanzitutto ci si può recare presso un Postamat o un qualsiasi Bancomat che permetta la lettura della carta per verificare il saldo, senza contare che si può tenere d’occhio tramite App.

Sul conto vengono versai 80€ a cadenza bimestrale, cioè 40 al mese, nei mesi di Gennaio, Marzo, Maggio, Luglio, Settembre, Novembre, entro i primi 10 giorni del mese. Tuttavia è possibile versare sull’Iban della carta fondi a titolo solidale, ma non è possibile usare la carta per prelevare denaro contante.

Informazioni varie

In caso di smarrimento, furto o danni vari alla carta nessuna preoccupazione, il titolare può chiedere il blocco immediato chiamando all’800902122. Questo è un numero verde disponibile a tutte le ore del giorno. Al momento della verifica bisogna fornire i dati personali per verificare l’identità e indicare luogo e ora dove pè stata persa la carta.
Se la Carta Acquisti INPS è stata smarrita, rubata o perduta i ogni caso il titolare deve farne denuncia alle autorità competenti, e poi presentare la stessa denuncia all’ufficio postale per ottenere infine il duplicato. Se invece la Carta si è solo danneggiata o smagnetizzata, sarà sufficiente andare all’ufficio postale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *