Carta di Credito Virtuale: cos’è, come Funziona, Vantaggi e Differenze con le Fisiche

La carta di credito virtuale è una normale carta che non esiste fisicamente ma è, come indica la parola, solo virtuale. Questa tipologia non viene rilasciata da sola ma può essere generata da un conto corrente o da una carta fisica online. La sua esistenza è fondamentale perché permette di fare acquisti in totale libertà e sicurezza.

Tipologie di carta virtuale: quale scegliere

La carta virtuale può essere di due tipi, c’è quella che usa una sola volta ed è quindi usa e getta e quella che invece ha una scadenza come una carta classica. La scadenza viene decisa dal cliente che può optare per un massimo di un anno dalla data di emissione. Entrambe, oltre al termine di utilizzo, sono dotate di un importo massimo che può essere impostato di volta in volta.

Le carte virtuali si comportano come una normale carta: hanno un numero, un codice pin, una data di scadenza e un codice per l’autorizzazione. Per chi fa acquisti particolarmente costosi è meglio sviluppare di volta in volta una scheda, chi invece vuole dotarsi di una scheda per fare acquisti piccoli di tanto in tanto può prediligere quella a scadenza di tre, sei, otto mesi e generare poi un limite massimo di spesa.

Perché vale sempre la pena creare una carta virtuale

La carta virtuale è più sicura di qualunque altro strumento, questo perché consente a chi la utilizza di non immettere da nessuna parte il vero codice della propria carta ma di utilizzare una sorta di surrogato che, in caso di clonazione, avrà dei limiti di utilizzo. Se un malvivente dovesse ad esempio copiare un codice dopo l’acquisto su un sito internet, non potrà clonare alcuna carta in quanto si troverebbe di fronte un muro. Con quel codice esiste una carta virtuale che vi consente di spendere ma in realtà non esiste alcuna carta fisica collegata ad un conto. Tutte le tipologie di acquisto sono quindi sempre tutelate, si evitano problematiche di sicurezza, anche su piattaforme poco raccomandabili.

Carta di Credito Virtuale
Carta di Credito Virtuale

Come si crea

Ogni utente può creare una carta virtuale dal proprio home banking. Per farlo è necessario avere tutti i dati della propria carta di credito ovvero il codice PAN (quello numerico inciso sulla carta), la data di scadenza, il codice CVV2 di tre numeri sul retro e il circuito (Visa o Mastercard). Per richiedere la carta virtuale bisogna collegarsi al sito della banca, entrare nell’area riservata o fare il medesimo passaggio dall’applicazione della banca. Per attivarla bisogna poi andare nel menu, alla voce Carte virtuali bisogna seleziona Crea nuova carta. A questo punto bisogna scegliere se generare una carta usa e getta o di durata. Volendo è anche possibile creare due carte, una usa e getta e una di durata o anche iniziare a farne una e poi un’altra in seguito. Non ci sono limiti. Una volta selezionata l’opzione il sistema genera una carta, tuttavia questa non esiste realmente come non esistono i codici ad essa connessi e per questo non si può clonare. Anche se un hacker cercasse di inserire i codici e riprodurre i sistemi di sicurezza, i pagamenti non sarebbero possibili. Per ovviare a qualunque tipo di problema è bene sempre attivare i sistemi integrati di sicurezza come l’O Key oppure l’SMS di addebito che avvisa anche per piccoli importi.

Come si utilizza una carta virtuale

L’utilizzo di una carta di credito virtuale è del tutto uguale a quello di una comune carta. Ovviamente bisogna conservare tutti i dati e tutte le informazioni perché ogni volta devono essere immessi per l’acquisto. Se invece si sceglie la carta usa e getta, per ogni acquisto o transazione online sarà generato un nuovo codice della carta, un nuovo pin, una nuova scadenza e un nuovo CVV che andranno inseriti all’interno dei singoli spazi, proprio come si fa normalmente con i numeri della propria carta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *