Carta di Debito: Cos’è, Come Funziona, Differenza tra Carta di Credito e Carta di Debito

Ogni giorno sentiamo parlare di carte di credito e di debito nonché di carte prepagate. I termini spesso vengono confusi ma in realtà ci troviamo di fronte a fattispecie molto differenti per cui è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche di questi vari strumenti di pagamento. Prima di entrare nel dettaglio, è opportuno precisare che la carta di debito e quella di credito sono collegate a un conto corrente bancario mentre la prepagata è invece collegata a un circuito di pagamento.

Cos’è e come funziona una carta di debito

La carta di debito, come è il comune bancomat, è una carta di pagamento che viene emessa dalla banca dove si ha il proprio conto corrente ed è direttamente collegata a questo. Il funzionamento della carta di debito è molto semplice in quanto risulta presente sulla stessa una striscia magnetica che permette di rilevare tutte le informazioni relative alla stessa e richiede l’inserimeto di un codice numerico, il codice PIN, per poter autorizzare le diverse operazioni.

In linea di massima permette sia di prelevare contanti, nei limiti previsti dalla banca, presso gli sportelli ATM, sia di effettuare acquisti presso gli esercizi convenzionati, inserendo la carta magnetica all’interno di un apposito lettore chiamato POS e, dopo aver inserito l’importo della transazione, dovrà essere digitato il PIN per autorizzarla.

Nel momento in cui viene richiesta, la carta di debito viene immediatamente rilasciata mentre il PIN viene invece comunicato successivamente proprio per tutelare la sicurezza del correntista ed evitare che siano effettuate operazioni fraudolente tramite la carta. A differenza di quanto vedremo con la carta di credito, le somme autorizzate tramite la carta di debito sono addebitate immediatamente sull conto corrente e non è prevista una forma di rimborso rateale.

Carta di credito: particolarità e uso

Anche la carta di credito può essere considerata come uno strumento di pagamento collegato al conto corrente ma permette di effettuare acquisti anche quando non si ha disponibilità di denaro contante sullo stesso. Il motivo di questa particolarità è dovuto al fatto che l’addebito della spesa effettuata o del prelievo di contante non avviene contestualmente all’operazione ma in un momento successivo che in linea di massima corrisponde a 30 giorni.

Carta Credito VS Carta Debito

La carta di credito riporta sul fronte il numero identificativo della carta, che solitamente è di 16 cifre, la data di scadenza della stessa e il nome e cognome del titolare; sul retro invece è riportato i codice CVV2 che è quello che è necessario per autorizzare una serie di transazioni, tra le quali quelle online. Il funzionamento presso gli esercizi commerciali può avvenire sia mediante la banda magnetica, sia attraverso un microchip che rende il funzionamento del tutto simile a quello di un bancomat.

Le carte più evolute usano il microchip per autorizzare le transazioni attraverso la funzione “Contactless” che permette di autorizzare le operazioni fino al massimo di 25 euro semplicemente poggiando la carta di credito sul POS senza necessità di nessun altra autorizzazione o inserimento PIN. Anche in questo caso l’emissione della carta di credito è effettuata presso la banca dove si è titolari di un conto corrente con addebito della spesa che avviene nel mese successivo a quello in cui si effettuano le operazioni, con possibilità anche di rimborso rateale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *