Carte di Debito Intesa Sanpaolo: Costi, Vantaggi e Opinioni

Esistono realtà finanziarie italiane che in poco più di 10 anni dalla fondazione sono riuscite a diventare un autentico punto di riferimento per gli italiani, vuoi per l’eccellenza dei servizi offerti vuoi per l’estrema chiarezza destinata al cliente finale. È il caso del gruppo bancario Intesa Sanpaolo che tra i suoi numerosi e variegati prodotti finanziari, è presente anche nel settore delle carte di debito con due carte davvero interessanti: XME Card Plus e BancoCard Basic. Scopriamole insieme.

XME Card Plus

La XME Card Plus è una carta di debito emessa dal suddetto gruppo bancario Intesa San Paolo. La condizione necessaria affinché possa essere rilasciata è che il richiedente disponga imprescindibilmente, al momento della richiesta, di un conto corrente attivo presso la banca. I circuiti mediante cui opera sono quelli internazionali Bancomat, PagoBancomat, Visa o Mastercard, caratteristica che la rende passibile d’uso in tutto il mondo. La XME Card Plus dispone di IBAN e di chip contactless per autorizzare i pagamenti presso tutti gli esercenti fisici senza dover inserire il PIN purché l’esborso sia pari o inferiore ai 25 Euro.

XME Card Plus
XME Card Plus

Funzionalità e Vantaggi

La carta consente di effettuare pagamenti in tutti gli esercizi commerciali fisici e online senza alcun problema, di prelevare in zona Euro ed Extra Euro, di ricaricare il numero di cellulare indipendentemente dal gestore in proprio possesso, di sfruttare i bonifici sia in entrata sia in uscita. Permette inoltre di usufruire del servizio proprietario denominato FastPay, mediante cui sarà possibile eseguire un pagamento con tempistiche pressoché immediate, di accreditare stipendio o pensione e di procedere al pagamento di bollettini MAV e RAV, nonché tutte le altre operazioni finanziarie più consuete. Particolarmente apprezzata è la funziona proprietaria di GeoControl, che può essere sfruttata dal titolare per abilitare la carta solo in specifiche aree o Paesi. La carta infine consente di usufruire del Cahsback di Stato mediante cui poter ricevere un rimborso pari sino al 10% dell’importo di tutte le spese compiute.

Costi e Caratteristiche

I costi della carta risultano particolarmente contenuti e in grado di soddisfare una vasta fetta di utenza. Mensilmente il canone della carta avrà un importo di 1,5 Euro per una somma annuale di 18 Euro. Se il richiedente della carta effettua la propria richiesta mediante l’apposita sezione del sito ufficiale di Intesa Sanpaolo, potrà beneficiare anche di promozioni con cui azzerare completamente le spese del canone per i primi 12 mesi. Tutte le operazioni di prelievo hanno zero spese, purché siano effettuate sugli ATM proprietari del suddetto gruppo bancario, in caso contrario l’esborso da sostenere sarà di 2 Euro sia nell’area SEPA sia in quella Extra SEPA.

Le operazioni di prelievo che si svolgono in una valuta differente dall’Euro prevedono una commissione con media percentile del 2%, medesima percentuale anche per quel che riguarda i pagamenti. I prelievi infine hanno un limite giornaliero di 3.000 Euro e mensile di 10.000 Euro. Per quel che riguarda i pagamenti, invece, il massimale quotidiano da rispettare è di 5.000 Euro, 10.000 Euro quello mensile. Rinnovo e sostituzione della carta hanno entrambi un costo di 7.5 Euro.

Applicazione Mobile e Verifica del Saldo

L’app ufficiale di Banca Intesa Sanpaolo è scaricabile gratuitamente sia per dispositivi Android sia per iOS e consente un’ampia possibilità di personalizzazione dei vari aspetti gestionali della carta. L’app è associabile sia ad Apple Pay sia a Google Pay per sfruttare il mobile payment.

Per accedere alla visualizzazione della propria movimentazione finanziaria e relativo saldo è possibile usufruire di diversi canali: interfacciandosi di persona con un operatore di una filiale della banca, effettuando il login nell’area riservata posta sul sito ufficiale di Banca Intesa San Paolo o mediante il profilo personale dell’app dopo aver fornito le necessarie credenziali d’accesso.

Come Richiedere la Carta

L’iter procedurale necessario per effettuare la richiesta della carta può essere comodamente espletato online, recandosi alla sezione dedicata posta sul sito di Banca Intesa Sanpaolo. Andrà compilato un apposito modulo, successivamente al quale basterà fornire una copia di un proprio documento di riconoscimento attualmente in corso d’uso e completare il tutto apportando la propria firma digitalmente sul contratto. Il contratto e la relativa firma verranno vagliati dall’istituto bancario che, dopo un breve esame atto ad accertare la veridicità di tutti i dati inseriti, autorizzerà il rilascio della carta. Presente un diritto di recesso di 14 giorni.

BancoCard Basic

BancoCard Basic è una carta relativamente recente e si iscrive di diritto tra quei prodotti forniti da Banca Intesa Sanpaolo in grado di suscitare un notevole interesse tra il vasto pubblico. Così come la XME Card Plus, anche la BancoCard Basic è una carta di debito e può essere passibile di richiesta solo da coloro che già dispongono di un conto corrente attivo presso l’istituto bancario. I circuiti su cui opera sono i medesimi della sorella maggiore, disponendo quindi di PagoBancomat, Bancomat, Mastercard o Visa senza problemi di limitazioni geografiche. La carta dispone di IBAN e chip per usufruire della funzionalità contactless presso tutti gli esercizi commerciali fisici a patto che l’esborso non sia superiore ai 25 Euro.

BancoCard Basic
BancoCard Basic

Operazioni e Vantaggi

La carta può essere impiegata per effettuare pagamenti sia presso gli esercenti commerciali fisici sia quelli online, per procedere con prelievi in zona Euro ed Extra Euro, per ricaricare il numero di cellulare indipendentemente dal gestore in proprio possesso. Permette inoltre di effettuare bonifici in entrata e in uscita, di accreditare stipendio o pensione e per domiciliare tutte le principali utenze. Consente infine di pagare bollettini MAV e RAV, oltre a tutte le più consuete operazioni finanziarie, tra cui anche il pagamento del canone auto o del canone televisivo, purché la regione in cui si risiede risulti convenzionata. Presente il servizio proprietario FastPay, mediante cui i pagamenti potranno essere avanzati e portati a termine con tempistiche immediate. Immancabile la disponibilità del servizio di cashback statale mediante cui ricevere un rimborso pari sino al 10% sull’importo totale degli acquisti eseguiti.

I Costi della Carta

Le limitazioni presenti sulla carta sono decisamente esigue e congrue per un utilizzo da parte di utenza con flusso finanziario quotidiano di modeste entità. Presente un canone che mensilmente incide con un costo di 1 Euro per una somma annuale di 12 Euro. Le operazioni di prelievo sia esse eseguite sfruttando le casse veloci di banche terze sia se eseguite mediante rito di contante con il servizio CashBack hanno un relativo costo di 2 Euro. La limitazione massimale di prelievo quotidiana è di 1.500 Euro e 5.000 Euro mensili, valori analoghi per i pagamenti. Tutti gli eventuali giroconto e bonifici sostenuti non devono eccedere il limite di 2.500 Euro giornalieri e 25.000 Euro mensili. Rinnovo e sostituzione della carta prevedono entrambi un esborso di 7.5 Euro.

Come Verificare Saldo e Movimenti

Analogamente alla XME Card Plus, anche la BancoCard Basic presenta tre possibilità per il titolare che voglia visualizzare i propri movimenti finanziari: potrà recarsi presso una filiale dell’istituto bancario e interfacciarsi con un addetto allo sportello, prendere controllo di tutti gli aspetti gestionali della carta nell’area personale posta sul sito ufficiale di Banca Intesa Sanpaolo o utilizzando il profilo privato dell’app.

Come Richiederla

Basterà recarsi nella sezione apposita adibita alla richiesta della carta posta sul sito ufficiale della banca e compilare l’apposito modulo con i propri dati anagrafici allegando quindi una copia di un documento di riconoscimento in corso di validità. A questo punto sarà sufficiente apporre digitalmente la propria firma sul contratto e attendere pochi giorni lavorativi affinché la banca prenda in carico la richiesta e possa verificare la veridicità di tutti i dati sensibili inseriti. Anche in questo caso è presente il diritto di recesso di 14 giorni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here