Codice CVV o CVV2 della Carta di Credito: Cos’è, a Cose Serve e Dove si Trova

Il CVV o Card Valutation Value è il codice di sicurezza che si trova nelle carte di credito o in quelle prepagate composto da tre cifre e utilizzato per effettuare pagamenti online.

Il CVV o conosciuto anche come CVV2 è un codice di sicurezza chiamato Card Valutation Value che si trova sulle carte di credito. Questo linguaggio cifrato è stato per la prima volta introdotto alla fine degli anni ’90. Più precisamente le carte di credito Mastercad a partire dal 1997 inseriscono il codice di sicurezza mentre le carte di credito VISA alcuni anni dopo, nel 2001. In particolare il CVV si trova su alcuni circuiti di pagamento come Visa, Mastercard, Discover, China UnionPay, JCB, Diners Club.

In queste carte il codice si trova sul retro, esattamente vicino allo spazio dedicato alla firma del possessore dello strumento di pagamento ed è composto da tre cifre. Mentre per quanto riguarda il circuito Maestro e le carte di debito del circuito V-Pay il CVV non è presente. Il codice di sicurezza viene chiamato anche CVV2 ossia Card Validation Code 2 per quelle relative al circuito Visa, per quelle Mastercard invece viene indicato con la sigla CVC2 cioè Card Verification Code 2. Nelle carte American Express il CVV viene riportato con la sigla Cid, ma esso è composto da quattro cifre anziché tre.

CVV Carta di Credito

A cosa serve il CVV o CVV2

Il codice di sicurezza CVV viene utilizzato per effettuare pagamenti online. Infatti molti siti, oltre ai dati relativi alla carta, lo richiedono per evitare che vi siano delle frodi, cos’ da rendere la transizione molto più sicura. L’inserimento del codice inoltre assicura che il pagamento viene effettivamente realizzato dal possessore della carta, cosi che nessun’altro possa usufruirne senza nessun permesso.

Se il linguaggio cifrato inserito non è corretto naturalmente l’operazione non avrà un risultato positivo. Non tutti i siti però richiedono il codice per effettuare il pagamento. In essi infatti basta inserire le informazioi generali della carta di credito o della prepagata, incluso il suo numero, per effettuare la transizione. Molte volte il codice che si trova sul retro della carta può diventare illeggibile. Le cause dello scolorimento possono essere molteplici. Per esempio l’inchiostro può schiarirsi a causa dell’utilizzo costante e prolungato della carta oppure per le condizioni in cui essa viene custodita.

Nel caso in cui il codice di sicurezza diventi totalmente illeggibile l’unica soluzione possibile è quella di richiedere una nuova carta presso il circuito di credito da cui è stata emessa. Non è infatti possibile richiedere esclusivamente il codice CVV. Nonostante ciò si possono comunque effettuare attraverso la carta i pagamenti offline, ossia direttamente nei negozi fisici, in quanto non viene richiesto il codice di sicurezza CVV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *