Blocco Carta di Credito per Furto o Smarrimento: Cosa Fare, Come Funziona, Numeri da Chiamare, Come Fare Denuncia

Il blocco della carta di credito per furto o smarrimento diventa una necessità nel momento in cui ti sei accorto di aver perso quello che al giorno d’oggi rappresenta per molti il principale strumento di pagamento e di non poter fare più acquisti. La tempestività, in questi casi, è un valore fondamentale, perché vuol dire tutto. Sapere cosa fare, come funziona il blocco della carta di credito, quali numeri chiamare e come fare la denuncia è un passo importante, affinché eventuali malintenzionati non la usino a tua insaputa. Lo stesso dicasi per ciò che concerne la seria intenzione di evitarne la clonazione.

Cosa fare se hai perso la tua carta di credito o se te l’hanno rubata?

Nella malaugurata circostanza in cui avessi perso la tua carta di credito, così come se te l’avessero rubata o se sospettassi che te l’abbiano clonata, la prima cosa da fare è agire immediatamente, procedendo al blocco istantaneo. Recati presso la filiale dell’istituto di credito di cui seri cliente e procedi. In alternativa, puoi chiedere il blocco della carta di credito anche via telefono, spiegando l’urgenza della situazione. In questo modo, centrerai appieno l’obiettivo, senza grossi patemi d’animo.

Blocco temporaneo

Numerosi istituti di credito dispongono della funzione nota come blocco temporaneo. In cosa consiste? Nella chiusura per 24 ore della carta di credito. Questa funzione è utilissima, qualora non riuscissi a trovare il tuo strumento di pagamento, ma non hai ancora le prove circa il suo smarrimento o il suo furto. Basta agire online. La cosa è davvero assai semplice: qualora dovessi ritrovarla entro 24 ore, potrai contare sulla riattivazione automatica, risparmiandoti lo stress di un iter burocratico, non propriamente piacevole da accollarti.

Cosa accade se qualche malintenzionato ha iniziato ad acquistare con la tua carta di credito?

Ai sensi di quanto indicato all’interno del d.lgs. n. 11 del 27.01.2010, tutt’al più puoi rimetterci 150 euro. Questo chiaramente solo se le spese sono state ultimate prima che tu abbia proceduto al blocco della carta di credito. In caso contrario, vale a dire se le spese sono state eseguite a blocco concluso, toccherà all’istituto di credito procedere al rimborso totale. Questo il senso del funzionamento.

Come fare denuncia

Con la perdita o con il furto della carta di credito, non devi limitarti chiaramente a segnalare il problema all’istituto emittente di cui sei anche cliente, ma procedere a denunciare la cosa ai carabinieri o alla polizia. Hai 48 ore di tempo. La denuncia, poi, verrà inviata alla banca mediante raccomandata a/r. In alternativa, è possibile consegnarla a mano.

Clocco Carta di Credito

Omettere la denuncia, mette l’istituto di credito nelle condizioni di non procedere ad un eventuale rimborso, nel caso in cui i malintenzionati avessero speso soldi con questo strumento di pagamento.

Numeri da chiamare

Ogni istituto di credito ha il proprio numero dedicato al blocco della carta di credito. Digitalo e parla con l’operatore di turno, spiegando nei dettagli la situazione.

Eccoti in sintesi i recapiti telefonici principali:

  • 800-819014 -> Visa
  • 800-870866 -> Mastercard
  • 800-500200 -> Ubi Banca
  • 800-444223 da fisso oppure 02-87109001 da cellulare -> Banca Intesa Sanpaolo
  • 06-72900347 -> American Express
  • 800-851166 -> Findomestic

Se ti trovi fuori dai confini nazionali o vivi stabilmente all’estero, dovrai trovarti il numero di telefono del Paese in cui sei.

Carta di credito sostitutiva

Una volta presentata regolare denuncia, è possibile fare richiesta alla banca nell’ottica dell’ottenimento di una carta di credito sostitutiva? Sì. Naturalmente, dietro pagamento. Le operazioni costano in media 10 euro o giù di lì.

Conclusioni

Tieni conto che il problema del furto, dello smarrimento e della clonazione della carta di credito non vanno mai presi sotto gamba. È in questo senso saggia decisione, prevenire: effettuare la richiesta del sevizio alert via e-mail o via SMS ti consente di monitorare costantemente le spese effettuate con la tua carta di credito. In questo modo, diminuirai il rischio di ritrovarti a che fare con movimenti sospetti, perché avrai la situazione sempre sotto controllo. L’archiviazione dell’estratto conto, sia essa online che cartacea, è un’ulteriore soluzione da non trascurare, sempre in riferimento al controllo di tutte le operazioni.

Infine, fare una fotocopia della carta di credito ti permette di avere i dati a portata di mano. In questo modo, a fronte della perdita eventuale, potrai comunicarli in maniera immediata alla banca, guadagnando tempo.

Per concludere, presta sempre massima attenzione a dove hai questo strumento di pagamento elettronico. Mai lasciare la carta di credito incustodita. Lo stesso dicasi per la comunicazione di dati sensibili, PIN in primis. A fronte di e-mail sospetti, non inserire le credenziali di accesso. Trattasi con ogni probabilità di tentativi di phishing che mirano a raggirare il malcapitato di turno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *